“13, un numero fortunato” per la Fondazione Help Furaha




“13, un numero fortunato” per la Fondazione Help Furaha

 

Il Centro Furaha per bambini affetti da paralisi cerebrale e autismo in Kenya è stato istituito nell’aprile 2016 grazie alla volontà e all’enorme cuore del suo fondatore Marek Krakus. Fin dall’inizio, il centro si basava sulle donazioni dal Kenya e dall’estero. Inizialmente ci adoperavamo per garantire terapia e cibo ogni mese a più di 200 bambini. Il Centro Furaha continua a crescere a un ritmo molto rapido, e con esso le necessità di finanziamento. Ad oggi, il Centro è registrato in Kenya come organizzazione basata sulla comunità (Community Based Organization – CBO) e non ha alcun supporto o sponsor permanente.

 

Così, nel settembre 2018, è nata l’idea di un viaggio in Polonia, la patria di Marek, per trovare persone aperte e pronte ad aiutare in grado di contribuire allo sviluppo del Furaha Centre.

Il sogno di Marek era anche quello di creare una Fondazione polacca che sostenesse le attività del Centro Furaha in Kenya e allo stesso tempo aiutasse i bambini con paralisi cerebrale nel loro paese d’origine.

“Dal mio primo incontro con Piotr Pacyga, co-fondatore di DuoLife,il 13 ottobre 2018 durante i seminari di sviluppo aziendale a Częstochowa, sono passati solo tre mesi, e tante cose sono cambiate per il Centro Furaha in Kenya”, ricorda Marek.

Già il 13 novembre 2018 a Cracovia è stato firmato l’atto notarile sulla costituzione della Fondazione Help Furaha, mirata all’assistenza e alla realizzazione di varie attività per i disabili, in particolare per i bambini affetti da paralisi cerebrale infantile e autismo in Polonia e all’estero, soprattutto in Kenya.

Pochi giorni dopo la mia partenza dalla Polonia, il 17 novembre 2018, durante i seminari per lo sviluppo della leadership a Częstochowa, nella stessa sala dove ho incontrato per la prima volta Piotr Pacyga, è stata organizzata la prima raccolta dei fondi per il nostro Centro. Tutto grazie ai leader DuoLife che hanno avuto piena fiducia nella mia attività. Pochi giorni dopo l’evento, ho ricevuto una telefonata dalla Polonia da un numero che non conoscevo. Era Krzysztof Drabik – ambasciatore del marchio DuoLife, pluricampione polacco ed europeo di giocoleria, capace di battere tantissimi record nella sua disciplina.
Conoscere Krzysztof ha portato ad un nuovo, incredibile progetto, ovvero quello di battere il record di 100 km di giocoleria senza sosta partendo dal centro Furaha di Meru a Nanyuki, proprio sull’Equatore; l’evento sarebbe anche servito a commemorare il centenario della riconquista dell’indipendenza da parte della Polonia.
Questa straordinaria iniziativa ha anche promosso un’altra campagna di raccolta fondi tenutasi il 15 dicembre 2018 durante i seminari sullo sviluppo aziendale a Częstochowa.

Il 13 dicembre 2018 Piotr Pacyga ha incontrato Natasha Pavluchenko, nota stilista di moda che ha immediatamente espresso la sua disponibilità a collaborare con Help Furaha Foundation ed è entrata a far parte del Consiglio della Fondazione.

Il numero 13 per molti è un numero sfortunato. Per il Centro Furaha, parola che sta per “felicità” in Kenya, è un numero magico e fortunato.